Bonus barriere architettoniche 2022: come richiederlo per l’installazione di una doccia

Un bagno moderno e accessibile progettato per persone anziane, con ingressi ampi per l'accesso in sedia a rotelle, pavimentazione antiscivolo, maniglioni di sostegno e una doccia a filo pavimento senza ostacoli. L'ambiente è illuminato e sicuro, promuovendo l'indipendenza e l'accessibilità nel bagno.
Tecnobad
9 Febbraio, 2024

Il 2023 porta con sé nuove opportunità per migliorare l’accessibilità nelle case e negli ambienti domestici come il bagno. In questo articolo, esamineremo da vicino il bonus barriere architettoniche 2022 e come puoi richiederlo per l’installazione di una doccia accessibile. 

Grazie a Tecnobad, scoprirai come rendere il tuo bagno più accessibile senza dover sostenere un costo eccessivo. L’accessibilità nelle abitazioni è un aspetto fondamentale per garantire a tutti una vita comoda. 

Questo bonus rappresenta un’opportunità preziosa per apportare miglioramenti significativi alle tue strutture domestiche, garantendo che nessuno sia escluso dai comfort di una doccia accessibile. Scopriremo i requisiti e il processo per ottenere questo bonus, aiutandoti a creare uno spazio più inclusivo e funzionale nella tua casa.

Vantaggi di una doccia accessibile

L’accessibilità di un bagno è fondamentale per migliorare la qualità della vità, non solo delle persone affette con disabilità, ma anche per chi ha ridotte capacità motorie. 

Pertanto, ridurre le barriere architettoniche in casa, in particolare nel bagno, significa accedere ad una serie di vantaggi. Prima di tutto, aspetti come il comfort e la sicurezza nell’uso quotidiano del bagno sono notevolmente migliorati. Ciò si traduce in un maggiore tranquillità per i membri della famiglia e anche una maggiore indipendenza. 

La presenza di una doccia accessibile comporta anche un notevole miglioramento dell’indipendenza delle persone con ridotta mobilità. L’obiettivo è quello di consentire loro di svolgere autonomamente le attività di tutti i giorni, in maniera tale che ciò possa rappresentare un contributo fondamentale al loro benessere e autostima. 

Una doccia accessibile è progettata pensando alle esigenze di chi la utilizza, offrendo spazio per un accesso agevole con sedia a rotelle o altri dispositivi di assistenza.

La riduzione delle barriere architettoniche in bagno contribuisce a rendere l’ambiente più inclusivo e accogliente per tutti i membri della famiglia, a prescindere dalle loro capacità motorie. 

Pertanto, l’installazione di una doccia accessibile è un investimento che non riguarda solamente l’aspetto pratico, ma anche l’equità e l’accessibilità. 

Bonus Barriere Architettoniche 2022

Il Bonus Barriere Architettoniche 2023 consiste in una detrazione del 75% sulle spese sostenute per interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione di ostacoli fisici in edifici già esistenti che impediscono la libertà di movimento, specialmente alle persone affette da disabilità motoria. 

Questo bonus è valido per lavori effettuati da privati cittadini, enti pubblici e privati, imprese, esercenti arti e professioni, e copre anche l’installazione di impianti di automazione come ascensori o montascale, volti a eliminare le limitazioni per chi ha problemi deambulatori. 

Tuttavia, sono previsti dei massimali di spesa a seconda del tipo di edifici interessati dall’intervento, fino a un limite di 50.000 euro.

Il bonus è stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2022 e prorogato dalla Manovra 2023 per i tre anni successivi. Ciò significa che la detrazione è concessa per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2025 anziché entro il 31 dicembre 2022.

Per richiedere il credito in compensazione, è necessario seguire la procedura secondo le regole della Risoluzione AdE n. 19 del 2 maggio 2023, che istituisce anche i nuovi codici tributo validi dal 1° aprile 2023.

A chi spetta il Bonus Barriere Architettoniche 2022

Il bonus spetta a chiunque, sia privati cittadini che imprese, faccia richiesta di detrazione IRPEF del 75%, dimostrando di aver effettuato spese chiaramente volte a eliminare le barriere architettoniche. I soggetti che possono usufruire del bonus includono persone fisiche, enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale, società semplici, associazioni tra professionisti e i soggetti che conseguono reddito d’impresa. 

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i lavori sono agevolabili anche se nell’edificio non sono presenti persone disabili o over 65. Inoltre, le imprese possono fruire del bonus barriere architettoniche sugli immobili di loro proprietà assegnati in locazione.

Come funziona il bonus barriere architettoniche

L’agevolazione vale esclusivamente per le spese documentate sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2025. La detrazione è pari al 75% e deve essere calcolata su un importo complessivo non superiore ai massimali di spesa specificati, che variano in base al tipo di edificio interessato dall’intervento. 

È possibile ottenere il bonus dichiarando le spese nei propri redditi, e la detrazione sarà riconosciuta in 10 anni. 

In alternativa, è possibile ottenere il bonus sotto forma di sconto in fattura da parte dei fornitori di beni o servizi o mediante cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante, con la possibilità di recuperare subito l’importo che spetta per l’agevolazione.

Spese ammissibili

Le spese ammissibili al bonus barriere architettoniche includono una vasta gamma di interventi, come l’installazione di rampe inclinate, ascensori, piattaforme elevatrici, e interventi che consentono agli impianti di diventare pienamente accessibili. 

Anche l’adeguamento dei servizi igienici per consentire a tutti manovrabilità e utilizzo degli apparecchi è compreso, così come i lavori di sistemazione di impianti elettrici e citofonici per renderli accessibili. È importante notare che questi interventi devono essere effettuati su edifici già esistenti e che i pagamenti devono essere tracciabili e documentati.

Assistenza Tecnobad per accedere al bonus 

Tecnobad è al tuo fianco per rendere il processo di accesso al bonus barriere architettoniche 2022 il più semplice e agevole possibile. 

Grazie alla nostra esperienza nel settore dell’accessibilità in bagno e alla profonda conoscenza delle normative vigenti, siamo pronti a guidarti passo dopo passo nell’intero percorso per ottenere questo prezioso bonus.

Scegliere Tecnobad come partner nella tua ricerca di accessibilità è la decisione giusta per garantire che il tuo bagno diventi uno spazio sicuro, funzionale e confortevole.

Contattaci oggi stesso per iniziare il tuo percorso verso un bagno accessibile e per ottenere il bonus barriere architettoniche 2022 nel modo più semplice possibile.

Conclusioni 

Il bonus barriere architettoniche 2022 rappresenta un’opportunità preziosa per migliorare l’accessibilità in casa, con particolare attenzione al bagno. L’installazione di una doccia accessibile può apportare cambiamenti significativi nella vita di coloro che ne beneficiano, garantendo sicurezza, comfort e maggiore indipendenza nell’uso quotidiano. 

Tecnobad è al tuo fianco per assisterti nell’installazione di una doccia su misura, progettata per rispondere alle tue esigenze. 

Non lasciarti sfuggire questa opportunità di rendere la tua casa più accessibile e confortevole, sfruttando appieno il bonus barriere architettoniche 2022.

Rendere la tua abitazione un luogo più accogliente e inclusivo non solo migliorerà la tua qualità di vita, ma contribuirà anche a creare un ambiente domestico più sicuro e accogliente per tutti.

Seguici anche su Facebook e Instagram.

Potrebbe interessarti