Come trasformare la vasca in box doccia?

La sicurezza domestica dei nostri cari, soprattutto se anziani, è al sicuro solo prevenendo i rischi di caduta in ambienti pericolosi come il bagno.

Da vasca a Doccia Prima/Dopo

Giunge un momento della vita in cui la preoccupazione sale perché non possiamo fornire ai nostri cari, ormai anziani, l’assistenza che vorremmo a causa degli impegni quotidiani del lavoro, della famiglia o a causa della distanza fisica che ci separa.

Questa situazione costringe spesso molte persone a ricercare l’assistenza di personale esterno che purtroppo viene rifiutato (anche violentemente) dall’anziano, poiché entra in una quotidianità già consolidata e simboleggia, in qualche modo, la perdita di autonomia e l’umiliazione.

Come è possibile, allora, mettere in totale sicurezza il tuo genitore anziano nell’ambiente domestico, senza creare contrasti e senza privarlo della sua autonomia?

Uno degli aspetti sui quali intervenire è sicuramente la prevenzione delle cadute in ambiente domestico, che purtroppo costituiscono un fattore di rischio molto alto per i ricoveri ospedalieri, soprattutto negli anziani.

Molti studi, infatti, dimostrano quanto la categoria delle persone sopra ai 64 anni di età sia esposta maggiormente a questo rischio e i dati confermano che la maggioranza degli incidenti si verificano in ambienti come il bagno (fonte: Istat).

È comprensibile: le superfici scivolose e la difficoltà nei movimenti come quelli per entrare e uscire dalla vasca da bagno possono essere la causa di cadute che portano fratture e traumi anche gravi soprattutto per chi è solo, senza aiuto.

È allora che si rende più necessario (e deve essere tempestivo) l’intervento di eliminazione della vecchia vasca da bagno, per permettere alla persona anziana di continuare tranquillamente a vivere in autonomia senza mettere a rischio la propria salute.

Alcuni pensano che l’unico modo di eliminare la vecchia vasca da bagno per sostituirla con una pratica doccia sia quello di operare una ristrutturazione profonda dell’ambiente, con lunghi e costosi lavori di muratura e sostituzione integrale delle piastrelle e degli altri sanitari per evitare uno sgradevole “effetto collage”.

In realtà per avere un bagno comodo e soprattutto sicuro, quello appena descritto non è l’unico modo per intervenire.

Infatti esiste un metodo molto meno invasivo inventato da Tecnobad (qui puoi visualizzare il nostro brevetto) che ti permette di convertire la vasca da bagno in doccia.

Tecnobad è in grado di offrire un servizio che viene svolto entro 7 giorni dalla formalizzazione della richiesta, con un risultato assolutamente impeccabile e a invasività minima (dal punto di vista della pulizia e dell’effetto finale).

Le fasi di lavoro avvengono tutte nell’arco di 8 ore per darti un rinnovo completo del bagno che, a fine giornata, risulterà pulito e perfettamente funzionante.

Inoltre l’intervento è molto mirato e non necessita lavori di muratura profondi o sostituzione delle piastrelle, consentendoti quindi di risparmiare davvero molto anche in termini economici (oltre che di tempo).

Ecco le 8 fasi portate a termine in una sola giornata dalla squadra di artigiani specializzati Tecnobad.

La prima fase consiste nel taglio della vecchia vasca, incidendo il bordo ed eliminando le piastrelle che ne rivestono i lati, così da consentirne il sollevamento.

Nella seconda fase avviene la rimozione della vasca dal suo alloggio.

Durante la terza fase si procede con lo smaltimento dei detriti e una pulizia accurata del fondo su cui verrà installato il nuovo piatto doccia.

Nella quarta fase gli installatori ricoprono con un materiale sigillante adatto la base lasciata libera dalla vasca, al fine di creare il giusto piano d’appoggio per il piatto doccia. La fase termina con la sostituzione del vecchio scarico col nuovo.

Con la quinta fase vengono eliminate le vecchie tubature, collegato il nuovo scarico con quello vecchio e posizionato il nuovo piatto doccia.

Durante la sesta fase, lo staff tecnico termina l’installazione collegando l’ultimo tratto di scarico della nuova doccia con le tubature della vecchia vasca appena sostituite.

La settima fase implica l’applicazione rivestimento a parete.

Infine, con l’ottava fase si installa il box doccia e tutti gli accessori.

Inoltre su questa serie di operazioni, oltre che sui materiali, hai sempre 2 anni di garanzia che ti proteggono.

Adesso sai che esistono più soluzioni per capire come trasformare la vasca in box doccia. Se vuoi prevenire il rischio di cadute e incidenti in bagno per il tuo genitore anziano, allora chiamaci subito per un preventivo gratuito e senza impegno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *